Piatto doccia

Piatto doccia misure

Scegliere il piatto doccia è un compito non certo semplice, poiché è doveroso prestare attenzione al design e alla qualità del prodotto, che va integrato con gli altri elementi di arredo. La prima cosa da fare è di verificare le giuste misure, per poi stabilire la forma del piatto doccia e le sue dimensioni. A proposito della forma, essa rappresenta il fattore di scelta fondamentale, che determinerà successivamente anche la scelta del box doccia da abbinarvi. Esistono piatti doccia di forma: angolare quadrata (disponibili nelle misure 65x65 70x70 75x75 80x80 90x90), angolare rettangolare (nelle misure 72x90 70x100 70x120 80x100 80x120), angolare semicircolare (disponibili in 80x80 90x90 e raggio 55), angolare semicircolare asimmetrica (70x90 Dx/Sx con raggio 38), e circolare (per quelle cabine doccia che vengono posizionate al centro della stanza).

Immagine delle misure di un piatto doccia
Piatti doccia su misura

Le differenze da considerare, e quindi le scelte da realizzare, non si limitano alla sola forma, ma comprendono anche i materiali utilizzati per la costruzione del piatto doccia, il colore del piatto doccia (alcune aziende offrono la possibilità di combinare il piatto doccia con il colore di uno o più elementi del bagno), e l'altezza (quella standard si aggira sugli 11/10/8 cm, ma è possibile anche optare per un piatto doccia ribassato, nel quale l'altezza si colloca tra i 6,5/5,0/4,5 cm). Insomma, oggi giorno esistono piatti doccia a misura di ogni esigenza!

Piatti doccia filo pavimento

I piatti doccia si possono installare a filo pavimento o sopra questo. I piatti doccia a filo pavimento sono i più belli ed esteticamente piacevoli, ma bisogna verificare molto bene lo spessore del massetto sorgente per contenere la piletta di scarico (la normativa prevede una colonna d'acqua di 9 cm). In generale, i piatti doccia a filo del pavimento donano al bagno un look elegante rinunciando a tutto ciò che è superfluo.

Piatto doccia acrilico

La scelta del piatto doccia può essere un compito difficile nelle varie fasi di ristrutturazione del bagno, soprattutto in merito ai materiali: ceramica, acrilico e resina. Tuttavia la ceramica, che pure ha il pregio di resistere all'aggressione dei prodotti per la pulizia, ai graffi e alle abrasioni, è più fredda al tatto, pesante e dunque poco pratica sia nella fase di trasporto che di installazione: ecco perché i piatti doccia in ceramica stanno subendo un declino, appannaggio dei piatti doccia in acrilico e resina. Questi, oltre ad essere resistenti nel tempo quanto la ceramica, sono più leggeri, e quindi più pratici nell'installazione, e giacché presentano uno spessore di soli 3-4 cm possono anche essere montati a filo pavimento, con soluzioni minimaliste di grande effetto. Ma i pregi dei piatti doccia in acrilico non sono finiti: vi si aggiungono infatti la flessibilità (possono raggiungere dimensioni che la ceramica non contempla per via della sua struttura molecolare), e la sicurezza (il fatto che la superficie si presenti liscia non li rende scivolosi, anzi la loro composizione garantisce un effetto "aderenza" che rende superflui gli elementi "rialzati" dei piatti doccia in ceramica).

piatto doccia dolomite

Tra le aziende leader nella produzione di piatti doccia c'è Dolomite, che nelle sue quattro sezioni, BRIDGE, ONDA, VELA e SWIM, offre una vasta gamma di soluzioni capaci di rispondere a tutte le esigenze: piatti doccia rettangolari e quadrati di dimensioni standard e grandi, e piatti doccia ad angolo curvo. Altra azienda che merita di essere segnalata è la Edilvetta, che presenta un piatto doccia che si adatta a qualsiasi spazio e un piatto doccia elastico.

Piatto doccia prezzi

E veniamo adesso ai prezzi. È ovvio che nel costo di una ristrutturazione del bagno a Milano vada inserita anche il prezzo del piatto doccia. Ma la questione è estremamente variabile: in linea di massima, il prezzo di un piatto doccia 80x80 si aggira sui 90 euro, il sifone 20 euro, e il montaggio dipende dall'installatore (in media sui 150 euro). Ma il costo dipende anche dalle misure del piatto doccia, che più crescono più fanno lievitare la spesa per la manodopera (tra muratore e idraulico si può arrivare anche ai 500 euro), e dal materiale con cui è realizzato, tant'è che un piatto doccia acrilico puè superare i 300 euro, mentre se optiamo per la pietra naturale (tipo un marmo di carrara bianco, lavorato in un unico blocco, con finitura antiscivolo) si raggiungono all'incirca i 400/500 euro.

ristrutturazione bagno

Preventivo rifacimento bagno Milano

Arredo bagno

Home arredo bagno Milano