Infissi per bagno bagno

Sia che si tratti di porte (quando il bagno, ad esempio, ha accesso diretto su un balcone) sia che si tratti di finestre, la scelta degli infissi in bagno rappresentano un elemento per lo più trascurato, perché considerato marginale, e che invece andrebbe considerato attentamente.

Innanzitutto perché si tratta del punto d’aerazione (generalmente unico) in questa stanza per la quale, per sua natura, è essenziale. E, proprio per questo, gli infissi per bagno più consigliati sono quelli che consentono una doppia apertura: totale (come le classiche finestre) e parziale (o a compasso verticale, che crea una sorta di fessura, senza che la finestra debba essere aperta completamente). Questo tipo di apertura applicata agli infissi in bagno consente anche di salvaguardare la privacy, a maggior ragione se vi saranno stati montati dei vetri satinati (cioè resi opachi tramite apposito trattamento), che tuttavia non impediscono il passaggio della luce.

foto di un infisso in bagno

Ma gli infissi per bagno, oltre che per l’aerazione e l’illuminazione, risultano fondamentali anche per controllare il fenomeno della condensa. Infatti, in un ambiente come il bagno, dove regolarmente ci si fa la doccia o comunque si utilizza acqua calda e si crea pertanto vapore, si genera una differenza di pressione rispetto all’esterno, che determina il passaggio del vapore stesso da dentro a fuori attraverso i muri che, se poco isolati o affetti da ponti termici (in corrispondenza per esempio del giunto serramento-parete), provoca la formazione di condensa. Per evitarla è bene monitorare il grado di umidità interna della casa; areare correttamente gli ambienti (per esempio, dopo aver fatto la doccia ricordate di aprire la finestra!); installare la ventilazione meccanica controllata, nel caso in cui l’ambiente sia privo di aperture; utilizzare materiali naturali che abbiano la capacità di assorbire le molecole d'acqua presenti nell'ambiente (come legno, fibre vegetali, argilla); installare correttamente gli infissi per bagno per evitare i suddetti ponti termici; regolare correttamente l’impianto di riscaldamento, impedendo che i muri si raffreddino (e quindi posizionando la caldaia sui 16°C quando la casa è vuota e sui 22°C quando si torna dal lavoro). La regola vale sia per le zone calde che per quelle fredde d’Italia.

Siete preoccupati per gli infissi in bagno visto che vivete in una mansarda e non sapete se riuscirete a rispettare tutti i criteri poc’anzi menzionati?

C’è un’azienda, che più di ogni altra, viene incontro alle vostre esigenze in merito, ed è la Velux, che mette a disposizione del mercato INTEGRA, finestra per tetti ad azionamento elettrico (che consente quindi l’apertura anche quando non siete in casa) e dotata di sensori (per cui, nel momento in cui dovesse piovere, si chiude automaticamente); Sun-Tunnel, sorta di “riflettori” che illuminano anche i punti meno accessibili della mansarda con una luce paragonabile ad una lampadina da 60 Watt; e tutte le finestre per tetti piani o tetti non convenzionali.

E gli accessori (tende e veneziane) per gli infissi in bagno? Nel caso in cui siano stati applicati vetri satinati essi non saranno necessari, visto che, come detto, la privacy è salvaguardata! In caso di vetri normali ancora una volta la Velux fornisce finestre che, oltre a non richiedere alcuna manutenzione (giacché realizzate in poliuretano) sono pure dotate di veneziane resistenti all'umidità.

Potete richiedere un preventivo chiamando il 3393074380 o compilare il nostro form o rivolgervi al nostro portale partners Infissi Milano.

Costo ristrutturazione bagno

I prezzi per un nuovo bagno

Arredo bagno

Home arredo bagno Milano